Piccolità/Mie poesie minuscole

 

Pigri e inerti
ricordiamo solo
ciò che non ferisce
la finta stabilità che abbiamo
costruito per le nostre vite.
Riaffiorano le passate
vicissitudini
come fiori di loto
sospinti da un’inaspettata onda
sotto l’acqua che lieve li sostiene
essi subito ritornano
presenti a se stessi
all’inquietudine
del non sapere
il perchè
del naturale riemergere
del se che pareva
dimentico di se stesso.
Le radici sono sempre
più oscure
e viscide,
intrecciate e scivolose
quanto più risplende
il fiore cui garantiscono
la vita.

4 Risposte to “Piccolità/Mie poesie minuscole”

  1. fennec.fox@hotmail.it Says:

    Bellissima poesia.. immagine insieme oscura e meravigliosa, come le tinte delle nostre memorie, in cui spiccano i colori dorati accentuati sopratutto dalle ombre

    Mi piace

  2. Grandisssssssssiiiiiiiimmmmmmmaaaaaaaaaaaaaaaa BOMBER

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: