Memorie di un esseno – Anne Givaudan

Uh. Che viaggio. 

Libro.

Non lo so, non mi è proprio sembrato un libro come tutti gli altri.

Ero più leggera, in effetti le pagine volavano, nonostante avessi la febbre.

Mi sono anche fatta male inciampando su di un sasso

in quelle benedette strade sterrate della palestina di più di duemila anni fa.

Eppure la sensazione  di camminare a piedi nudi valeva la pena.

La faccia l’ho schiacciata anche io sulle fredde chianche del Monte Krmel. 

L’esperienza non è delle più facili. Dicevo, non è un libro e si inganna chi lo ritiene tale.

Il viaggio dell’autrice è il tuo viaggio,

ti sollevi e guardi, poi cammini, poi ascolti, partecipi. Sei lì.

Non posso dirvi cosa questo libro mi abbia lasciato, perchè

non si è mai allontanato da me e credo non succederà. 

Sto ancora ascoltando.

Da leggere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: