“La cosmetica del nemico” Amelie Nothomb

Abbiamo tutti avuto nella vita, chi piú a lungo chi solo per un’attimo, la sensazione che ció che avevamo difronte fosse una sonora presa in giro.
Una persona, le parole e i sorrisi finti di cui ci accorgevamo ma che tentavamo di mettere nel dimenticatoio, i discorsi stupidi e affettati che ci sforzavamo di sopportare per il bene altrui. La storia di questo libro é un pó questa. Da un incontro apparentemente casuale, da un cimitero, da alcune riflessioni.
Un libro piccolo per raccontare un rovesciamento improvviso.
Un rovesciamento spaventoso ma necessario per capire.
Capire, cosa siamo e cosa sono gli altri, chi sono rispetto a noi, cosa siamo stati noi per loro davvero.
Anche nella mia quotidianità sto riconquistando a fatica uno spazio seppur piccolo ma pieno di una dignità che non mi faró piú negare da nessuno.
Un rovesciamento.
Come capire che ci sono genitori che non amano tutti i figli,
non allo stesso modo.
Genitori che non si fanno scrupolo nell’umiliare i figli all’interno della finta “casa” che si sono creati e fuori di essa davanti a altrettanto finti “amici”.
Una casa finta perché piena di urla e di cattive parole. Sempre, reiteratamente, sistematicamente.
Basta nascondersi dietro l’invecchiamento: tutti invecchiano.
Anche Cicerone spiegava nel ” de senectute” ( sulla vecchiaia) che c’é un buon invecchiare e un cattivo invecchiare e l’uno o l’altro dipendono dalla vita che si é vissuta, da cosa é contato per noi davvero, quali sono state le nostre priorità.
Mia nonna ha un ” ottimo ” invecchiare. Ha 85 anni e sa ancora scegliere lucidamente chi vuole essere.
Perché per mia nonna la cosa piú importante é stata essere una donna, una madre, una moglie e una vedova poi. Futilità quali i soldi, le proprietà o il prestigio sociale, non le sono mai interessate.
Allo stesso modo non si puó definire un buon padre qualcuno, solo perché ha “sempre lavorato”.
Questa é una delle piú grandi sciocchezze che io abbia mai sentito e credo sentiró mai;
equivale al dire che chi fosse disoccupato perché l’azienda l’abbia licenziato, o perché abbia fatto qualche errore, non sia un buon padre.
Ma la parola padre contiene tutt’altro, qualcosa che a persone che conosco e che sono invecchiate male manca totalmente: la dignità della morale, l’intensità del sentimento nei confronti dei propri figli, tutti uguali, la voglia di condividere con i propri figli chi si é e non cosa si ha.
Queste tre prerogative, fondamentali, sono quelle che trasposte rendono ognuno di noi un buon padre e buona madre e ci instradano verso un buon invecchiare, il non morire da soli.
Poiché non c’é differenza tra i figli che la dignità della morale non sappia cancellare;
non c’é sentimento puro che si annulli davanti ai beni materiali, non c’é cattiveria verbale che segua, né meschinità.
Quest’inquinamento interiore, questa negatività sono cose di cui essere consci e da cui stare lontani.
Si, non so come accada questo rovesciamento improvviso, ma é quando decidi di non accettare piú che l’aria nefasta ti circondi, quella che ti toglie il fiato invece di ripulire; quando non accetti piú che qualcuno preposto solo ad amare ed essere genitore umili chi ti sta vicino, il frutto stesso dei propri lombi: tutto questo sa di “contro natura”.
é un assassinio, il peggiore, come quello di questo libro.
so di avervi sviato, era voluto.
Spero che la Nothomb con la sua freschezza, e la sua prosa immediata vi coinvolga come con me.
Ho visto questo libro rappresentato a teatro. E’stato meraviglioso.

“Io credo nel nemico. Le prove dell’esistena di Dio sono deboli e bizantine, le prove del suo potere ancora piú inconsistenti. Le prove dell’esistenza del nemico interiore sono evidenti e quelle del suo potere schiaccianti. Credo nel nemico perché tutti i giorni e tutte le notti io lo incontro sulmio cammino. Il nemico é quello dall’interno distrugge tutto ció che vale..”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: