Poesie – Cesare Pavese

Sara’una recensione breve, per vari motivi.
Primo, e’un libro che mi accompagna da dieci anni, e’ bello, e vecchio, e’ingiallito, e’macchiato, e scritto e fa da contenitore a biglietti del treno e scontrini, a volte ha contenuto foto, come un diario.
Secondo le poesie di Pavese, quasi tutte, non sono brevi.
Terzo, anche se sono lunghe, ogni frase e’come una mano che trapassa la pelle e ti muove lo stomaco, dall’interno. Sei scosso, rimarrai scosso, questo e’un bene.
Quarto, Cesare Pavese non aveva paura della morte; l’aveva conosciuta in vita e poi riconosciuta negli occhi di una donna. Chi non ha paura della morte, ha capito il senso di questa vita.
Quinto e definitivo:
(..) Sei di sangue e di terra
Come gli altri. Cammini
Come chi non si stacca
Dalla porta di casa.
Guardi come chi attende
E non vede. Sei terra
Che dolora e che tace.
Hai sussulti e stanchezze,
Hai parole- cammini
In attesa. L’amore
E’il tuo sangue – non altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: