75 poesie Kostantinos Kavafis

Recensire un libro di poesie come questo, puó voler dire solo lasciarsi andare alle emozioni.
Kostantinos Kavafis é per me poeta legislatore. La sua poesia é didascalica, proprio come lo era in tempi che non sono piú, quella dei suoi antenati. Greco di nascita ha conservato nel sangue quella indomita capacità di arrischiarsi tra le vette del pensiero e restituircene un sunto semplice e disarmante.

Le finestre

In queste buie stanze dove passo
Giornate soffocanti, io brancolo
In cerca di finestre. – Una se ne aprisse,
A mia consolazione -. Ma non ci sono finestre
O saró io che non le so trovare.
Meglio cosí, forse. Puó darsi
Che la luce mi porti altro tormento.
E poi chissà quante mai cose nuove ci rivelerebbero.

Questo esempio di ció che vuol dire far scorrere il pensiero attraverso le dita
Attraverso il supporto, qualunque questo sia, ci porta a mano verso
La coscienza di uno stato superiore di consapevolezza che é quella relativa alle cose
“dentro noi”.
C’é tutto un mondo interiore, cui non diamo peso spesso,
Perché esso stesso
Non ha peso nelle nostre azioni quotidiane.
Solo poche volte, ne sentiamo la presenza.
Quando neghiamo il nostro sentire
O lo seguiamo con troppa veemenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: