Ma di chi sono le ossa?

Ho letto il libro duecentosei ossa di Kathy Reichs, vi dico la verita’ mi e’ capitato in mano per caso e ho odiato il suo nome.” Ma che brutto nome ha questa donna”ho pensato. Poi come al solito, attratta dall’incontenibile voglia di toccare quelle pagine giallognole, l’ho aperto e beh, sorpresa!
Questa donna dal nome orribile e’un’antropologa forense eccezionale nella vita e una scrittrice non di romanzi ma di cronache di eventi accaduti nel suo lavoro. Non c’e’ infatti moltissima introspezione psicologica nei personaggi che descrive, ma perche’ sono sempre tutti li, quasi sempre tutti in scena, e hanno poco tempo per fare tutto cio’ che viene loro richiesto. Allora il romanzo si snoda veloce sotto i miei occhi con la velocita’ e la necessita’ di verificabilita’ che e’tipica del fare scientifico. Il libro e’piacevole e assolutamente godibile. Lo consiglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: